Brexit: cosa fare dopo il 31 dicembre 2020

Hai già fatto l’attestazione ai sensi dell’art. 18.4 dell’Accordo di Recesso?

A seguito della Brexit, i cittadini britannici residenti in Italia e nell’UE (anche da tanti anni, anche se hanno famiglia italiana, ma non hanno mai chiesto la cittadinanza italiana) non sono più cittadini dell’UE.

Chi è già residente potrà mantenere molti (non tutti) i diritti acquisiti, ma deve andare in Comune e fare richiesta di “un’attestazione ai sensi dell’art. 18.4 dell’Accordo di Recesso” ENTRO il 31 dicembre.

Chi non avrà questo documento potrebbe incontrare difficoltà al rientro nell’UE da viaggi in Gran Bretagna o altrove.

Informati subito presso il Comune, mancano pochi giorni.

referendum Svizzera circolazione stranieri

La Svizzera non limiterà la circolazione degli stranieri: l’esito del referendum

Domenica 27 settembre 2020 si è votato per una immigrazione moderata dei cittadini europei nel Paese. Il popolo svizzero ha deciso di non limitare la circolazione dei cittadini stranieri e di lasciare quindi libero accesso a occupazione, previdenza sociale e sussidi.

La vittoria del sì avrebbe fatto scattare la cosiddetta “clausola ghigliottina” contenuta nel trattato sulla libera circolazione del 1999. L’eventuale sì avrebbe avuto un impatto non solo sulla libera circolazione delle persone, ma anche su trasporti aerei e terrestri, ricerca, agricoltura, ostacoli tecnici al commercio e appalti pubblici.

Accordo fra l'Unione Europea e il Giappone: il Jefta (Japan-European Free Trade Agreement).

Jefta: il nuovo accordo internazionale che lega Europa e Giappone

Lo scorso 12 dicembre è stato ratificato uno storico accordo fra l’Unione Europea ed il Giappone: il Jefta (Japan-European Free Trade Agreement). Le trattative fra le due potenze economiche iniziarono nel lontano 2003 per approdare, lo scorso mese di luglio, alla firma del più grande accordo commerciale bilaterale mai siglato, così come definito dal Presidente del Consiglio Europeo, Mr. Donald Tusk.

READ MORE

quali case acquistano i pensionati

Quali case acquistano i pensionati?

Cala il numero dei pensionati che acquistano casa. Comunque, nel secondo semestre del 2017, i contratti da loro sottoscritti rappresentavano quasi un 8 per cento sul totale delle compravendite realizzate attraverso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete sul territorio nazionale. Nel secondo semestre 2016 erano l’8,7%.READ MORE

No alle truffe tra rogito e trascrizione

Mai più truffe tra il rogito e la trascrizione

Quando si acquista una casa non è sufficiente il rogito presso il Notaio per entrarne pienamente in possesso, ma occorre attendere la trascrizione dell’atto nei pubblici registri. In questo arco di tempo l’acquirente poteva però trovarsi ad affrontare alcune spiacevoli sorprese: un’ipoteca accesa “a sorpresa” sulla casa dopo il rogito oppure una truffa per la doppia vendita. Grazie alla Legge sulla Concorrenza recentemente entrata in vigore tutto questo non sarà più possibile. Scopriamo perché.READ MORE